www.ucap.info/h106


Contesto Pagina

Glossario termini Pubbliche Amministrazioni

Il glossario è una raccolta in ordine alfabetico di termini, utilizzati abitualmente dalle pubbliche amministrazioni. Il glossario può essere di aiuto al cittadino per comprendere meglio la terminologia che viene utilizzata in questo sito.

[A][B][C][D][E][F][G][H][I][L][M][N][O][P][Q][R][S][T][U][V][Z]




A

abilitazione
1. Atto che autorizza una persona a svolgere un'attività, (per esempio: la guida degli autoveicoli, l'insegnamento della matematica).
2. Il documento che attesta la capacità di svolgere una certa attività.

abitabilità
Autorizzazione rilasciata dal sindaco al proprietario di una casa. Il sindaco attesta che la casa può essere abitata in quanto esistono tutte le condizioni igieniche e di sicurezza richieste dalla legge.

abrogazione
Eliminazione di un atto (per esempio: una legge che elimina una legge precedente, o un atto amministrativo che ne elimina un altro).

abuso
Azione di un cittadino contraria alla legge (per esempio, è un abuso edilizio la costruzione o la modifica delle caratteristiche interne o esterne di una casa in contrasto con le leggi sull'edilizia).

abuso d'ufficio
Azione compiuta da un dipendente di una pubblica amministrazione che approfitta della sua posizione per danneggiare altre persone o per arricchirsi. L'abuso d'ufficio è un reato punito dal codice penale.

accertamento
Attività svolta dai dipendenti pubblici, o da altri soggetti incaricati dalle amministrazioni, per controllare se una legge è rispettata o se esistono i requisiti richiesti dalla legge per ottenere qualcosa (per esempio, l'accertamento dell'invalidità per ottenere una pensione).

accessione
Uno dei modi che la legge prevede per diventare proprietario. Si verifica quando il proprietario di un terreno diventa proprietario di tutto ciò che sta sul terreno (per esempio: una casa, gli alberi, un pozzo).

accesso
Diritto di entrare in determinati luoghi o di ottenere determinate informazioni (per esempio, l'accesso ai documenti amministrativi).

accesso agli atti
Diritto dei cittadini (e anche degli stranieri) di conoscere il contenuto dei documenti amministrativi che li riguardano.

acconto
Pagamento di una parte del prezzo, un anticipo rispetto al saldo.

accordo di programma
Atto con cui alcuni enti pubblici (per esempio: regioni, province, comuni) si mettono d'accordo per realizzare opere pubbliche (per esempio: acquedotti, parcheggi) o per fornire servizi ai cittadini (per esempio, trasporti).

accreditare
Versare una somma di denaro sul conto bancario o postale di qualcuno.

ACI
Automobile Club d'Italia. Ente al quale i proprietari di autoveicoli pagano l'imposta di circolazione. L'ACI gestisce il pubblico registro automobilistico (PRA) e si occupa del soccorso stradale.

acquiescenza
Accettazione degli effetti di un atto della pubblica amministrazione. Impedisce di contestare, in un momento successivo, gli effetti di tale atto, per esempio con un ricorso al giudice amministrativo.

addizionale
Tassa o imposta straordinaria pagata in aggiunta a una già prevista.

adempiere
Compiere un'attività obbligatoria. Se il cittadino o la pubblica amministrazione devono fare qualcosa e non lo fanno, oppure lo fanno solo in parte o in modo scorretto, vanno incontro ad alcune conseguenze giuridiche (per esempio: pagamento di una multa, risarcimento di un danno).

adempimento
Attività obbligatoria.

aderenza
La vicinanza tra due edifici che combaciano.

ad quem
Espressione latina che significa "fino al quale" o "fino alla quale".

affinità
Il legame che si crea, con il matrimonio, tra una persona e i parenti del suo coniuge.

affissione
Attività di chi, dopo avere avuto l'autorizzazione del comune, mette manifesti in luoghi pubblici.

affitto
Contratto con cui una persona dà temporaneamente in uso un bene (per esempio, un terreno) a un'altra in cambio di denaro.

agente
1. Chi compie un'azione.
2. Poliziotto.

agevolazione
Facilitazione, trattamento di favore.

aggio
Il compenso che ricevono coloro che sono incaricati di riscuotere i tributi.

agibilità
Atto con cui il sindaco certifica che un edificio possiede i requisiti di sicurezza previsti dalla legge.

aggiudicazione
Atto amministrativo che dichiara chi è il vincitore di una gara per la costruzione di un'opera pubblica o per una pubblica fornitura.

albo dei fornitori
Elenco delle imprese che vendono beni o servizi alle pubbliche amministrazioni.

albo pretorio
Vetrina che si trova negli uffici del comune o della provincia in cui sono esposti gli atti amministrativi che devono essere conosciuti dai cittadini (per esempio: le deliberazioni del consiglio comunale o le pubblicazioni di matrimonio).

albo professionale
Elenco ufficiale cui è obbligatorio essere iscritti per poter esercitare determinate professioni soggette a controllo dello Stato, nell'interesse dei cittadini (per esempio: l'albo dei medici, degli architetti, degli avvocati);

alienazione
Vendita.

aliquota
Percentuale, stabilita dalla legge, che serve a calcolare l'imposta da pagare.

allegato
Documento che accompagna una pratica o una lettera.

ammenda
Somma di denaro che si deve pagare a una pubblica amministrazione in caso di contravvenzione.

amnistia
Legge con cui lo Stato, in casi eccezionali, rinuncia ad applicare le pene previste per reati già commessi.

anagrafe
1. Insieme dei registri che contengono le informazioni relative alle persone che abitano in un comune (per esempio: dove sono nati, dove abitano).
2. L'ufficio comunale in cui si trovano tali registri.

ANAS
Azienda (ora Ente) nazionale autonoma delle strade. L'ente che si occupa delle strade e delle autostrade statali.

annullabilità
Situazione temporanea in cui si trova un atto non valido che, però, produce i suoi effetti fino a quando chi ne ha interesse non ne chiede l'annullamento.

annullamento
Atto amministrativo o giudiziario che elimina un atto precedente non conforme alla legge.

antimafia
1. L'insieme delle leggi e delle attività usate per combattere la mafia.
2. Nome della commissione parlamentare che si occupa di studiare la mafia per combatterla.

antitrust
(o autorità garante): amministrazione che ha il compito di controllare che la concorrenza tra le imprese si svolga in modo corretto.

anzianità
(o anzianità lavorativa): il periodo di tempo in cui una persona ha lavorato come lavoratore dipendente.

appalto
Contratto con cui la pubblica amministrazione (o un privato) affida a una persona o a un'impresa la costruzione o la gestione di un'opera o di un servizio. Ogni contratto di appalto con la pubblica amministrazione è regolato da una particolare procedura che stabilisce come scegliere la persona o l'impresa. Il contratto regola i rapporti tra le parti, i poteri di controllo della pubblica amministrazione e il prezzo.

appello
Atto con cui si chiede a un giudice di grado superiore di esaminare (per cambiarla) la sentenza di un altro giudice.

apporre
Mettere, aggiungere. Di solito si dice a proposito di una firma da mettere alla fine di un documento o di una dichiarazione.

APT
Azienda di promozione turistica. L'ente che si occupa di promuovere il turismo in un determinato luogo.

a quo
Espressione latina che significa "a partire dal quale" e talvolta, impropriamente, "a partire dalla quale".

arbitrato
Procedura che serve a risolvere una lite senza rivolgersi al giudice, ma affidando a una o più persone ("arbitri") il potere di deciderla.

archivio
1. Luogo in cui vengono raccolti e conservati determinati documenti (per esempio, i documenti dello Stato).
2. Insieme dei documenti conservati.

area fabbricabile
Terreno sul quale si può costruire.

area metropolitana
Territorio di una grande città e dei comuni vicini, che viene considerato come un'unica zona per fini amministrativi (per esempio, per organizzare i trasporti).

area protetta
Luogo di grande interesse naturalistico, storico o artistico che lo Stato protegge (per esempio, mettendo un vincolo) allo scopo di impedire che venga rovinato o distrutto.

arenile
Spiaggia.

arresto
Pena che consiste nell'essere rinchiusi in carcere.

arrotondare
Sostituire un numero decimale con un numero intero allo scopo di rendere più facile un calcolo (per esempio, 15,50 si può arrotondare alla somma più alta, cioè a 16, o alla somma più bassa, cioè a 15).

ASL
Azienda sanitaria locale (fino al 1995 era chiamata USL). L'insieme delle strutture sanitarie, di un determinato territorio (ospedali, ambulatori, laboratori, uffici), che forniscono servizi ai cittadini.

aspettativa
Condizione del lavoratore dipendente che per un certo periodo di tempo lascia il lavoro. Si può prendere un'aspettativa per varie ragioni: per esempio per malattia, o per mandato parlamentare (nel caso in cui il lavoratore venga eletto in Parlamento), o per raggiungere il proprio marito/la propria moglie che si trova all'estero. Durante l'aspettativa, il lavoratore conserva il posto di lavoro.

assegno
Documento che rappresenta una somma di denaro.

assegno alimentare
Somma di denaro che solitamente corrisponde a quanto è necessario per vivere. La devono pagare i familiari di una persona che non può mantenersi da sola (per esempio, i genitori devono assicurare ai figli minorenni il necessario per vivere).

assegno di disoccupazione
Somma di denaro che lo Stato paga a chi non ha lavoro.

assenso
Approvazione.

assessore
Membro della giunta. Gli assessori comunali sono nominati dal sindaco, quelli provinciali dal presidente della provincia, e quelli regionali dal presidente della regione. Il sindaco, il presidente della provincia e quello della regione hanno anche il potere di togliergli l'incarico.

assistenza
Aiuto, soccorso a chi ne ha bisogno.

associazione temporanea di imprese
Unione di più imprese che vogliono partecipare a una gara di appalto, quando la gara prevede requisiti che le imprese da sole non hanno.

asta pubblica
Uno dei modi con cui la pubblica amministrazione sceglie l'impresa privata con cui fare un contratto di appalto per la costruzione o la gestione di un'opera o di un servizio pubblico.

attestato
Documento con cui la pubblica amministrazione rende ufficiale un fatto (per esempio, un attestato di frequenza di un corso universitario dichiara ufficialmente che lo studente ha frequentato le lezioni di quel corso).

atto
Attività o documento.

atto amministrativo
Documento della pubblica amministrazione da cui dipendono determinati effetti giuridici.

atto di concerto
Documento approvato con la collaborazione di più amministrazioni (per esempio di due ministri, o del presidente del consiglio e più ministri).

atto illecito
Azione contraria alla legge. Se è contraria alla legge penale è un reato.

atto notorio
(o atto di notorietà): dichiarazione che una persona, sotto la propria responsabilità fa davanti a un pubblico ufficiale. La legge prevede che una dichiarazione falsa sia punita con la pena della reclusione fino a un anno e con una multa.

atto processuale
Documento relativo a un processo.

atto pubblico
Documento di una pubblica amministrazione o di altri soggetti (per esempio, un notaio o un altro pubblico ufficiale) autorizzati ad emetterlo. Quello che è scritto in un atto pubblico si deve ritenere vero fino a quando una sentenza di un giudice non lo dichiara falso.

autenticare
Far dichiarare a un notaio o a un altro pubblico ufficiale che la copia di un documento corrisponde all'originale, o che una firma è di una determinata persona.

autocertificazione
Dichiarazione del cittadino che sostituisce alcuni certificati (per esempio: il certificato di nascita, di residenza, il titolo di studio).

autoliquidazione
Calcolo, fatto dai cittadini stessi, di quanto devono versare allo Stato al momento di pagare le imposte.

autonomie locali
Termine che indica in senso generico le regioni, le province, i comuni e le comunità montane. Le autonomie locali hanno il potere di compiere in modo autonomo le scelte relative alla gestione del loro territorio.

autorizzazione
Atto con cui la pubblica amministrazione consente a una persona di svolgere una determinata attività secondo le regole stabilite dalla legge.

autotutela
Principio giuridico che assegna alle amministrazioni pubbliche una posizione di particolare privilegio. Infatti, le amministrazioni possono annullare, modificare o revocare propri atti unilateralmente, senza chiedere il consenso dei cittadini interessati.

avente causa
Persona a cui è trasferito un diritto da un'altra persona che si chiama dante causa (per esempio, nella vendita di una casa chi la vende è il dante causa, chi la compra è l'avente causa).

avocare
Assumere le funzioni di un ufficio subordinato.

avviamento al lavoro
Assunzione.

avvocatura
Ufficio composto da avvocati che si occupano della difesa degli interessi dello Stato (Avvocatura dello Stato) o di un ente (per esempio, Avvocatura comunale).

azienda municipalizzata
Particolare tipo di azienda, controllata e diretta dal comune, che la usa per dare ai cittadini i servizi di cui hanno bisogno (per esempio: trasporti, raccolta dei rifiuti).




B

balneazione
Fare il bagno nelle acque del mare, di un lago o di un fiume. Di solito si parla di divieto di balneazione per dire che è vietato fare il bagno.

bando
Comunicazione della pubblica amministrazione per far conoscere a tutti i cittadini che si svolgerà una gara o un concorso (bando di gara o bando di concorso). Normalmente tale comunicazione è pubblicata sui giornali quotidiani e sulla gazzetta ufficiale e contiene tutte le informazioni utili per partecipare.

barriera architettonica
Qualsiasi costruzione (per esempio: una scala, un marciapiede) che impedisce o rende difficile il passaggio delle persone invalide.

base imponibile
La somma di tutti i redditi che serve a calcolare quante imposte bisogna pagare.

base pensionabile
Anni di lavoro e redditi in base ai quali si calcola la pensione.

bellezze naturali
Luoghi di grande interesse naturalistico o artistico che lo Stato protegge (per esempio, mettendo un vincolo) allo scopo di impedire che vengano rovinati o distrutti.

bene
Cosa, oggetto.

bene mobile
Cosa che si può trasportare.

bene immobile
Cosa che non si può trasferire fisicamente, perché legata stabilmente al suolo (per esempio, una casa).

beni pubblici
Cose di proprietà dello Stato o di altri enti pubblici. Tra questi, particolare importanza hanno i beni demaniali che possono appartenere soltanto allo Stato o ad altri enti pubblici (per esempio: le spiagge, le acque, le strade, gli edifici militari).

beneficiario
Persona a favore della quale si fa o si dà qualcosa.

bilancio
Documento nel quale sono illustrati tutti i dati relativi al patrimonio di una pubblica amministrazione. In generale, gli enti pubblici hanno un bilancio di previsione, nel quale sono indicate tutte le entrate e le spese che si presume dovranno essere fatte, e un conto consuntivo, nel quale sono illustrate tutte le spese e le entrate avvenute realmente nel corso dell'anno.

bollettino di conto corrente
(bollettino di c/c): modulo che serve per fare un pagamento presso gli uffici postali.

bollettino ufficiale
Pubblicazione periodica in cui sono riportate le leggi, i bandi, gli atti amministrativi più importanti per farli conoscere a tutti (per esempio i bollettini ufficiali delle regioni, dei ministeri).

bollo
1. Timbro che serve a rendere ufficiale un documento.
2. Marca che dimostra il pagamento di una imposta (per esempio, il bollo della patente).

BOC
Buoni ordinari del comune. Sono titoli di credito emessi dal comune.

BOT
Buoni ordinari del tesoro. Sono titoli di credito emessi dallo Stato.

brevetto
Documento da cui risulta che una persona ha il diritto esclusivo di sfruttare economicamente un'invenzione.

buona fede
Correttezza, lealtà di comportamento.

buonuscita
Somma di denaro che viene data ai lavoratori dipendenti nel momento in cui vanno in pensione.

burocrate
Dipendente della pubblica amministrazione.

burocratese
Linguaggio della pubblica amministrazione.

burocrazia
Insieme delle persone, degli uffici e dei procedimenti della pubblica amministrazione.




C

calamità naturali
Avvenimenti naturali quali terremoti, alluvioni, frane che causano distruzione e danni.

calmiere
Documento con cui la pubblica amministrazione stabilisce il prezzo massimo di vendita di alcuni beni di larghissimo consumo (per esempio: pane, latte) per evitare che sia troppo alto.

cambiale
Documento dal quale risulta che una persona deve dare del denaro a un'altra persona.

camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura
Ufficio che rappresenta le categorie del commercio, dell'industria, dell'artigianato e dell'agricoltura.

canone
Somma di denaro che si deve pagare periodicamente per l'uso di un bene (per esempio, il canone d'affitto) o di un servizio (per esempio, il canone della televisione).

caparra
Somma di denaro che, in qualche caso, una persona dà a un'altra al momento della conclusione di un contratto (per esempio, la caparra per l'acquisto di una casa).

capitolato
Documento in cui sono descritti gli obblighi (di natura giuridica e tecnica) di chi deve realizzare un appalto pubblico.

capoverso
Ogni "a capo" in cui è suddiviso un articolo di legge.

carta da bollo
Foglio di carta, su cui c'è impresso un timbro dello Stato. Si usa per pagare una imposta; in alcuni casi il suo uso è obbligatorio.

carta di circolazione
Documento rilasciato dall'Ufficio della motorizzazione civile in cui sono descritte le caratteristiche delle automobili, delle motociclette e degli altri veicoli, e il nome del loro proprietario.

cartella esattoriale
Atto con cui la pubblica amministrazione ordina al cittadino di pagare una tassa o una imposta.

casa comunale
Sede degli uffici del comune.

Cassa depositi e prestiti
Ente pubblico che presta denaro agli enti locali, con interessi vantaggiosi.

cassa integrazione guadagni
Fondo di denaro gestito dall'INPS. Serve per garantire uno stipendio ai lavoratori che per un certo periodo di tempo non lavorano (per esempio, perché l'attività dell'impresa da cui dipendono è stata sospesa).

catasto
Registro di tutti i beni immobili che si trovano nel comune o nella provincia, da cui risultano il nome dei proprietari e il loro valore.

categorie protette
Persone (per esempio invalidi, orfani) che lo Stato aiuta riservando loro dei posti di lavoro nel settore pubblico e privato.

causa di servizio
Procedimento che serve al lavoratore, che si è ammalato durante e a causa del suo lavoro, per ottenere il pagamento di un indennizzo e della pensione.

cauzione
Somma di denaro che una persona deposita come garanzia della serietà di un impegno preso.

certificato
Documento con cui la pubblica amministrazione dichiara determinati fatti relativi a una persona (per esempio, che è nata, che è in vita, che abita in un certo posto, che è sposata, che ha dei figli, che è morta).

cessazione del rapporto
Fine, termine, conclusione di un rapporto (per esempio, cessazione del rapporto di impiego).

cessione volontaria
Situazione in cui il proprietario vende un suo bene alla pubblica amministrazione per evitare l'espropriazione.

circolare
(o anche lettera circolare): comunicazione scritta fatta da un ufficio ad altri uffici per dare istruzioni o chiarimenti.

circoscrizione
Parte di un territorio.

circoscrizione comunale
Ciascuna delle zone in cui è diviso un comune con molti abitanti.

circoscrizione elettorale
Ciascuna delle zone in cui è diviso il territorio dello Stato per le elezioni politiche.

cittadinanza
Appartenenza di una persona ad uno Stato (per esempio: cittadinanza italiana, cittadinanza francese).

clausola
Parte di un contratto.

CNEL
Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro. Ha funzioni di consulenza del Governo su questioni di carattere economico sociale. Inoltre può presentare al Parlamento disegni di legge relativi al mondo dell'economia e del lavoro.

CNR
Consiglio Nazionale delle Ricerche. L'ente che svolge e coordina le attività di ricerca scientifica in Italia.

coatto
(o coattivo): imposto con la forza o con un provvedimento di un'autorità pubblica.

codice di autoregolamentazione dello sciopero
Regole di comportamento che i lavoratori si impegnano a seguire per limitare i disagi che derivano ai cittadini dagli scioperi.

codice di comportamento dei dipendenti pubblici
Insieme delle regole di comportamento che tutti i dipendenti pubblici devono rispettare.

codice fiscale
Combinazione di 16 numeri e lettere che viene attribuito a ogni persona e che lo identifica, ai fini fiscali, in modo inequivocabile.

collaudo
Verifica fatta dalla pubblica amministrazione per controllare che i lavori eseguiti o i prodotti acquistati sono adatti a soddisfare le sue esigenze.

collegio
Amministrazione caratterizzata dalla presenza di più persone che devono decidere insieme. (Per esempio, il Governo, il consiglio comunale, la commissione edilizia comunale).

collocamento
Occupazione, assunzione.

collocamento a riposo
Atto della pubblica amministrazione con cui il dipendente è messo in pensione.

coltivatore diretto
Chi coltiva un terreno con il lavoro proprio e quello della propria famiglia.

comando
Situazione in cui si trova il dipendente di un'amministrazione quando viene mandato a lavorare presso un'altra amministrazione.

combinato disposto
La regola che risulta dall'insieme di più articoli di legge.

comitato
Gruppo di persone che si organizzano per raggiungere un certo scopo (per esempio, per raccogliere delle firme o dei soldi).

comitato interministeriale
Gruppo di più ministri riunito per coordinare l'attività dei loro ministeri.

comma
Ciascuna delle parti in cui è diviso un articolo di legge; di solito è numerato.

comminare
Prevedere, minacciare una pena nel caso della violazione di una legge (per esempio, per i reati più gravi la legge commina l'ergastolo).

commissario ad acta
Persona nominata da una pubblica amministrazione, o da un giudice, per svolgere compiti che un'altra amministrazione non ha svolto.

commissario liquidatore
Persona nominata dalla pubblica amministrazione, o da un giudice, per liquidare, cioè vendere i beni, pagare i creditori e risolvere la crisi di imprese che svolgono attività di interesse pubblico (per esempio: banche, assicurazioni, cooperative).

commissario straordinario
Persona nominata dal Presidente della Repubblica per risolvere situazioni eccezionali (per esempio: per coordinare gli interventi pubblici in caso di gravi pericoli naturali, come un'alluvione, o sociali, come la mafia).

competenza
Capacità di una pubblica amministrazione di svolgere determinati atti.

comunità montana
Amministrazione che raggruppa i comuni di una stessa zona di montagna per favorire il loro sviluppo economico, difendere l'ambiente e dare impulso al turismo.

concerto
Accordo tra due o più amministrazioni per emettere un atto (per esempio, nel caso in cui un'autorizzazione viene rilasciata dal ministro per l'industria di concerto con il ministro per le finanze).

concessione
Atto con cui una pubblica amministrazione (che si chiama concedente) dà a un privato (che si chiama concessionario) il potere di esercitare funzioni di interesse pubblico (per esempio, la concessione per la riscossione delle imposte), oppure gli attribuisce diritti che prima non aveva (per esempio, la concessione della cittadinanza).

concessione di beni demaniali
Atto con cui la pubblica amministrazione dà a un privato il potere di utilizzare un bene del demanio (per esempio, l'uso di una spiaggia).

concessione edilizia
Atto con cui il sindaco autorizza una persona, dietro pagamento di un contributo, a costruire, trasformare o demolire un edificio.

concorso pubblico
Sistema principale con cui la pubblica amministrazione sceglie le persone da assumere. Consiste nello svolgimento di un esame (scritto e orale).

condono edilizio
Legge straordinaria che dà la possibilità, a chi ha costruito un edificio violando le leggi edilizie, di mettersi in regola pagando una somma di denaro.

condono fiscale
Legge straordinaria che permette, a chi non ha pagato i tributi o ha commesso errori nel pagamento degli stessi, di mettersi in regola pagando una somma di denaro.

condono previdenziale
Legge straordinaria che permette, a chi non ha pagato i contributi previdenziali, di mettersi in regola pagando una somma di denaro.

conferenza di servizi
Riunione a cui partecipano i rappresentanti di più amministrazioni per discutere e risolvere problemi di interesse comune.

conferenza Stato-Regioni
Amministrazione composta da tutti i presidenti delle regioni con a capo il presidente del consiglio dei ministri. Si riunisce periodicamente per esprimere il suo parere sulle leggi e su altri procedimenti che riguardano le regioni.

confisca
Atto con cui sono tolte a una persona le cose che gli sono servite per compiere un reato o le cose che sono il frutto di un reato.

congedo
Periodo di tempo in cui il dipendente non lavora (per esempio: per ferie, per sposarsi).

conguaglio
Somma di denaro che risulta dalla differenza tra quanto è stato pagato e quanto si doveva effettivamente pagare.

CONI
Comitato Olimpico Nazionale Italiano. L'amministrazione che si occupa delle attività sportive in Italia.

conservatoria
Ufficio che conserva tutti gli atti relativi ai beni immobili.

consiglio
Amministrazione composta da più persone che, normalmente, svolge funzioni di indirizzo e controllo (per esempio: il consiglio comunale, il consiglio scolastico).

Consiglio dei ministri
Amministrazione composta da tutti i ministri del Governo.

Consiglio di Stato
Organo che ha due funzioni: dà pareri giuridici al Governo e alla pubblica amministrazione, e giudica in grado di appello le sentenze dei TAR.

CONSOB
Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. L'amministrazione che controlla la Borsa e che si occupa soprattutto di tutelare gli interessi di chi fa investimenti finanziari.

consorzio
Insieme di persone o enti che si associano per raggiungere uno scopo comune. Uno dei modi usati dai comuni per dare ai cittadini i servizi di cui hanno bisogno (per esempio: trasporti, raccolta dei rifiuti).

consuetudine
Comportamento costante tenuto da tutti, nella convinzione che sia obbligatorio.

consulenza tecnica
Parere dato da un esperto o da un gruppo di esperti.

contabilità pubblica
Norme e procedimenti che regolano le entrate e le spese pubbliche, e che stabiliscono i criteri per la redazione dei bilanci pubblici.

contestazione degli addebiti
Atto con cui la pubblica amministrazione inizia un procedimento disciplinare nei confronti di un suo dipendente.

contra jus
Espressione latina che significa "contro le regole del diritto".

contra legem
Espressione latina che significa "contro la legge".

contratto collettivo di lavoro
Accordo con cui i rappresentanti dei datori di lavoro e i rappresentanti dei lavoratori stabiliscono le regole generali (per esempio il minimo dello stipendio e l'orario di lavoro) che si devono rispettare nei singoli contratti di lavoro.

contravvenzione
Reato previsto dalla legge. Punita con l'arresto o con il pagamento di un'ammenda.

contribuente
Persona che paga i tributi.

contributo previdenziale
Somma di denaro che il lavoratore, o il datore di lavoro, deve pagare all'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) o ad altri enti, per ottenere la pensione.

contributo di urbanizzazione
Somma di denaro che, chi costruisce un edificio, deve pagare al comune per contribuire alle spese per costruire i servizi necessari (per esempio: i giardini, le strade, l'illuminazione pubblica).

convenzione
Accordo o contratto tra la pubblica amministrazione e un privato, o tra più amministrazioni pubbliche.

convivente
Persona che vive insieme a un'altra.

CORECO
Comitato Regionale di Controllo. L'ufficio regionale che controlla gli atti degli enti locali (province, comuni, comunità montane).

cosa giudicata
Sentenza definitiva, cioè che non può più essere rivista da un altro giudice.

Corte dei conti
Organo che controlla le spese degli enti pubblici, giudica i dipendenti pubblici che causano un danno economico allo Stato, giudica le cause in materia di pensioni pubbliche.

crocesegno
Croce che una persona analfabeta scrive al posto della firma.

CSM
Consiglio superiore della magistratura. Garantisce l'autonomia e l'indipendenza dei giudici.

curatore fallimentare
Persona nominata dal tribunale per amministrare il patrimonio di un'impresa fallita e per pagare i creditori dell'impresa.

curatore di incapaci
(o semplicemente curatore): persona nominata dal giudice per curare gli interessi di una persona incapace di farlo da sola.




D

danno ambientale
Danno che alcune attività dell'uomo provocano all'ambiente naturale (per esempio, ai boschi, ai fiumi, agli animali); in alcuni casi lo Stato e i comuni ottenere un risarcimento da chi ha causato il danno.

dante causa
Persona che trasferisce un diritto a un'altra persona, che si chiama avente causa (per esempio, nella vendita di una casa chi la vende è il dante causa, chi la compra è l'avente causa).

decadenza
1. Perdita di un diritto dovuta al fatto che una persona non lo ha esercitato per un certo periodo di tempo stabilito dalla legge.
2. (o termine di decadenza): periodo di tempo entro il quale si può esercitare un diritto (per esempio, il diritto di ricorrere al TAR per chiedere l'annullamento di un atto della pubblica amministrazione).

decentramento
Forma di organizzazione dello Stato che consiste nel distribuire i compiti fra i ministeri, le regioni, le province e i comuni.

decorrenza
(o termine di decorrenza): giorno in cui un atto comincia ad avere effetto.

decreto
Atto ufficiale con cui il capo di un'amministrazione comunica una propria decisione (per esempio, il ministro può emanare un decreto ministeriale, o il rettore dell'università può emanare un proprio decreto).

decreto legislativo
Legge emessa dal Governo sulla base di una delega del Parlamento.

decreto legge
Atto emesso dal Governo in casi di necessità e urgenza. Per diventare legge il Parlamento deve approvarlo entro 60 giorni.

de cuius
Espressione latina che viene usata per indicare la persona che lascia un'eredità.

delega
Atto con cui una persona o un'amministrazione autorizza qualcun altro a fare qualcosa al suo posto.

delegazione di firma
Atto con cui una persona autorizza qualcun altro a firmare al suo posto.

delegificazione
Sistema che il Parlamento usa per attribuire alla pubblica amministrazione il potere di regolare una materia.

delibera
(o deliberazione): decisione presa, in genere, da un'assemblea (consiglio comunale, consiglio d'amministrazione).

delitto
Reato previsto dalla legge. Punito con la reclusione o il pagamento di una multa.

demanio
Insieme dei beni di proprietà pubblica (dello Stato, delle regioni, delle province e dei comuni) che possono essere usati da tutti (per esempio: strade, spiagge, porti).

denuncia
Atto con cui chi conosce un fatto contrario alla legge lo riferisce al giudice o alla polizia.

denuncia dei redditi
(o dichiarazione dei redditi): dichiarazione che i cittadini devono fare allo Stato ogni anno per dire quanto guadagnano e quello che possiedono (per esempio: una casa, una barca). Tale dichiarazione serve a calcolare le imposte da pagare.

depenalizzazione
Legge con cui alcuni comportamenti che fino a quel momento erano considerati reati vengono trasformati in illeciti amministrativi.

deroga
Eccezione rispetto a una regola.

destituzione
Provvedimento con cui gli impiegati pubblici sono rimossi da una carica o licenziati.

detenzione
1. Possesso di una cosa che appartiene ad altri (per esempio, una cosa presa in prestito che bisogna restituire).
2. Pena che consiste nell'essere rinchiusi in carcere.

detrazione
Somma di denaro da sottrarre al totale (per esempio, quando si pagano le imposte, alcune spese indicate dalla legge come le spese mediche possono essere detratte).

dichiarazione di pubblica utilità
Atto con cui la pubblica amministrazione dichiara che un'opera che deve essere costruita (per esempio un ospedale, una strada) è utile ai cittadini. Con tale atto la pubblica amministrazione approva il progetto dell'opera, indica dove sarà costruita e stabilisce un termine entro il quale bisogna cominciare l'espropriazione e dare inizio ai lavori.

dichiarazione sostitutiva
Dichiarazione del cittadino che sostituisce un certificato (per esempio: il certificato di nascita, di residenza, il titolo di studio).

difensore civico
Persona che riceve le segnalazioni dei cittadini sul cattivo funzionamento degli uffici pubblici, svolge indagini e segnala i casi di cattiva amministrazione ai capi delle amministrazioni stesse.

differimento
Rinvio, spostamento di un termine a un giorno più lontano nel tempo.

diffida
Avviso con cui la pubblica amministrazione ordina a qualcuno di fare o di non fare qualcosa. Anche i cittadini che aspettano una decisione della pubblica amministrazione possono, dopo un certo periodo di tempo, invitare l'amministrazione a fare ciò che deve (diffida ad adempiere o messa in mora).

dimissioni
Rinuncia a un incarico, a un impiego (presentare, rassegnare le dimissioni).

dimora
Luogo in cui una persona abita solo per un periodo di tempo limitato (per esempio, la stanza di un albergo in occasione di un viaggio).

direttiva comunitaria
Norma emanata dall'Unione europea. Normalmente, per produrre effetti deve essere attuata dagli Stati europei.

dirigente
Impiegato pubblico che ha la responsabilità più alta di un ufficio amministrativo.

disabile
Invalido.

discrezionalità
Possibilità della pubblica amministrazione o di un giudice di scegliere tra diverse soluzioni.

disdetta
Atto con cui una persona comunica a quella con cui ha stipulato un contratto, che non vuole rinnovarlo.

disegno di legge
Proposta di una nuova legge presentata al Parlamento. Se il Parlamento l'approva, diventa legge.

dispensa
Atto con cui la pubblica amministrazione concede al dipendente di non fare qualcosa che dovrebbe fare (per esempio, l'amministrazione può dispensare dal lavoro il dipendente gravemente malato: dispensa per inidoneità fisica; o quello che non è in grado di svolgere i suoi compiti: dispensa per incapacità o scarso rendimento).

disposizioni di attuazione
Norme che regolano il modo in cui deve essere applicata una legge.

dogana
Ufficio pubblico che si trova alle frontiere degli Stati (comprese quelle all'interno degli aeroporti e nei porti) e che ha il compito di controllare il passaggio delle persone e delle cose da uno Stato all'altro.

domicilio
Luogo dove una persona svolge le sue principali attività.

dominus
Espressione latina che significa "padrone". Indica normalmente la persona titolare di un diritto.




E

eccesso di potere
Cattivo uso del proprio potere da parte di una amministrazione pubblica (per esempio, si ha eccesso di potere quando la pubblica amministrazione fa qualcosa per scopi diversi da quelli previsti dalla legge).

edilizia residenziale pubblica
Attività della pubblica amministrazione diretta a favorire l'acquisto di case da parte dei cittadini con i redditi più bassi.

effetti giuridici
Risultati che la legge fa derivare da fatti o atti di particolare valore (per esempio: dalla nascita di un figlio deriva l'obbligo della sua cura e del suo mantenimento; da un'espropriazione deriva la perdita della proprietà).

enti locali
Amministrazioni che fanno riferimento a un territorio circoscritto. Gli enti locali più importanti sono i comuni e le province.

equipollenza
Provvedimento con cui la pubblica amministrazione dichiara che un atto di uno Stato estero ha lo stesso valore del corrispondente atto italiano (per esempio: un diploma, una laurea, l'iscrizione a un albo professionale rilasciati da uno Stato estero).

equo canone
Somma di denaro, stabilita secondo criteri determinati dalla legge che, chi affitta una casa, deve pagare al proprietario.

erario
Indica, in generale, il patrimonio dello Stato.

erogare
Pagare o mettere a disposizione una somma di denaro o un'attività (per esempio: erogare un finanziamento; erogare un servizio).

esecutività
Caratteristica degli atti amministrativi che producono effetti dal momento in cui sono emanati.

esecutorietà
Possibilità delle amministrazioni pubbliche di far eseguire immediatamente un proprio atto.

esercizio finanziario
Periodo di tempo (che normalmente coincide con l'anno solare) al quale si fa riferimento per la redazione dei bilanci pubblici.

esercizio pubblico
Luogo, in cui tutti possono entrare, dove si svolgono delle attività commerciali o si vendono merci (per esempio: un albergo o un bar).

esposto
Atto mandato a un ufficio per protestare contro qualcosa o per denunciare un fatto accaduto.

espropriazione
Procedimento con cui la pubblica amministrazione toglie a un privato un bene per destinarlo a un fine pubblico (per esempio, eseguire l'espropriazione di un terreno per costruire una strada). La legge prevede che chi è stato espropriato riceva una somma di denaro detta indennizzo.

estratto
Documento che riproduce in tutto o in parte un atto originale.

ex ante
Espressione latina che significa "come prima".

ex nunc
Espressione latina che significa "da ora".

ex tunc
Espressione latina che significa "da allora".




F

FAL
Sigla di Foglio degli annunci legali. Il giornale della Prefettura sul quale vengono pubblicati alcuni atti (per esempio, delle pubbliche amministrazioni o dei giudici). A tali atti, per legge, deve essere data pubblicità nel territorio della provincia.

faldone
Raccoglitore o scatola che contiene atti e documenti.

fattispecie
Caso concreto che rientra nella previsione della legge.

fattura
Documento che deve rilasciare chi vende una merce o svolge una certa attività, a chi lo ha pagato (per esempio, l'avvocato deve rilasciare la fattura al cliente). Ha valore fiscale.

fideiussione
Atto con cui una persona vincola il proprio patrimonio o una parte di esso per garantire il debito di un'altra persona. Se il debitore non paga, il creditore può chiedere, al debitore o a chi ha dato la fideiussione, di pagare.

forza pubblica
Termine che indica, in generale, le entrate dello Stato derivanti dal pagamento dei tributi.
Insieme delle persone a cui lo Stato affida il compito di far rispettare la legge (per esempio: la polizia, i carabinieri).

funzionario
Dipendente dello Stato o di un altro ente pubblico che ha la responsabilità di un ufficio.

funzione
Insieme dei compiti e delle attività attribuite a un ufficio.




G

gabinetto
Ufficio composto dagli stretti collaboratori del capo di una pubblica amministrazione (per esempio: gabinetto del ministro, gabinetto del sindaco).

gara
Mezzo che la pubblica amministrazione usa per scegliere l'impresa o la persona più adatta a realizzare un'opera o svolgere un servizio.

garanzia patrimoniale
Patrimonio del debitore o di un terzo che serve a garantire un creditore. Se il debitore non paga, il creditore può far vendere i beni del debitore e tenersi il ricavato.

Gazzetta ufficiale
(o GU): pubblicazione ufficiale dello Stato italiano dove sono riportati i testi di tutte le leggi e di altri atti importanti (per esempio: le decisioni e i regolamenti dell'Unione europea, i decreti ministeriali, i bandi dei concorsi pubblici, e alcuni annunci fatti dai privati).

generalità
L'insieme dei dati anagrafici che identificano una persona e cioè nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza.

gerarchia
Rapporto tra due (o più) uffici di cui uno ha una posizione superiore che gli dà il potere di dare ordini e controllare l'attività degli altri.

giunta
Organo che ha il compito di governare un'amministrazione (per esempio giunta comunale, provinciale, o regionale).

giurisprudenza
Insieme delle decisioni prese dai giudici (per esempio la giurisprudenza civile è l'insieme delle decisioni dei giudici civili).

giustizia amministrativa
Insieme degli strumenti che i cittadini hanno a disposizione per opporsi agli atti della pubblica amministrazione che violano i loro interessi. Con l'espressione "organi della giustizia amministrativa" vengono indicati i giudici amministrativi (TAR e Consiglio di Stato).

graduatoria
Elenco di tutte le persone che hanno superato un concorso o una gara, in cui sono indicati i vincitori.

gravame
Atto con cui si chiede a un giudice di esaminare la sentenza di un altro giudice.




I

idoneità
Le caratteristiche necessarie, richieste dalla legge, per svolgere una attività (per esempio, l'idoneità all'insegnamento).

illecito
Atto o comportamento contrario alla legge.

illecito amministrativo
Comportamento contrario alla legge, meno grave di un reato, punito con una sanzione amministrativa.

illegittimo
Atto o comportamento della pubblica amministrazione contrario alle leggi che regolano le sue attività.

immatricolare
Iscrivere in un registro pubblico persone o cose (per esempio: studenti, militari, automobili) identificandole con un numero o un altro elemento di riconoscimento (detto matricola).

immobile
Tutto ciò che non si può trasferire fisicamente, perché legato stabilmente al suolo (per esempio, una casa o un terreno).

impiego pubblico
Rapporto di lavoro con una pubblica amministrazione.

imponibile
Somma di tutti i redditi che serve a calcolare le imposte da pagare.

importo
Somma di denaro.

imposta
Somma di denaro che si deve pagare allo Stato o a un altro ente pubblico (per esempio, al comune) per consentirgli di svolgere le sue attività (per esempio, l'imposta sul reddito delle persone fisiche deve essere pagata da tutti, in proporzione al reddito).

imposta di bollo
Imposta che si deve pagare allo Stato su alcuni atti (indicati dal Ministero delle finanze: per esempio, certificati, registri). Si paga con le marche da bollo o direttamente all'Ufficio del registro.

impugnazione
Atto con cui una persona interessata chiede a un giudice di esaminare un atto amministrativo o una sentenza di un altro giudice.

inabilitato
Persona che il giudice dichiara incapace di difendere i propri interessi.

inadempimento
Qualcosa che si aveva il dovere giuridico di fare e non si è fatto.

incanto
Asta che si fa per vendere dei beni, durante la quale i beni sono assegnati a chi offre il prezzo più alto.

incartamento
Insieme dei documenti relativi a uno stesso caso trattato dall'amministrazione.

incentivo
Premio, di solito in denaro, che la pubblica amministrazione dà ai suoi dipendenti per indurli a lavorare di più e meglio.

incompatibilità
Divieto che la legge impone a una persona di svolgere contemporaneamente due attività tra loro contrastanti (per esempio, una stessa persona non può contemporaneamente essere sindaco di più comuni).

incompetenza
Situazione che si verifica quando un atto amministrativo è approvato da un organo diverso da quello previsto dalla legge (per esempio, un atto emanato dal sindaco invece che dal ministro).

indennità
Somma di denaro che la pubblica amministrazione paga in casi determinati dalla legge (per esempio, al dipendente pubblico che ha avuto un incidente sul lavoro, o al proprietario di un terreno in caso di espropriazione).

indennizzo
Somma di denaro che la pubblica amministrazione paga in casi determinati dalla legge (per esempio, al dipendente pubblico che ha avuto un incidente sul lavoro, o al proprietario di un terreno in caso di espropriazione).

infrazione
Atto o comportamento contrario alla legge (per esempio, un'infrazione al codice stradale).

ingiunzione
Ordine.

INPS
Istituto nazionale della previdenza sociale. L'ente pubblico che provvede a dare la pensione ai lavoratori dipendenti nei casi di invalidità, vecchiaia o morte. In caso di morte del lavoratore, la pensione spetta ai parenti.

inquadramento
Posizione che il dipendente pubblico occupa all'interno della pubblica amministrazione per la quale lavora.

insegna
Segnale che indica un locale dove si svolge un'attività (per esempio: un negozio, un ristorante, una fabbrica).

insolvenza
Situazione in cui si trova il debitore quando non può pagare i propri debiti.

interdetto
Persona che il giudice dichiara del tutto incapace di curare i propri interessi.

interdizione dai pubblici uffici
Pena che toglie alla persona, interdetto, alcuni diritti (per esempio il diritto di votare, il diritto di presentarsi alle elezioni per essere eletto, e quello di avere rapporti di lavoro con la pubblica amministrazione).

interesse di mora
Somma aggiuntiva di denaro che il debitore deve dare se paga in ritardo. Tale somma può essere proporzionata ai giorni di ritardo.

intesa
Accordo tra più amministrazioni o tra una pubblica amministrazione e altri soggetti (per esempio, l'intesa che raggiungono i sindacati e un ministero per decidere un aumento dello stipendio).

ipoteca
Atto con cui il debitore (o una terza persona) vincola uno o più beni immobili (beni ipotecati) a garanzia del debito. La garanzia consiste nella possibilità per il creditore di vendere i beni ipotecati per riprendersi il denaro prestato al debitore, se questo non paga entro il tempo stabilito.

IRPEF
Imposta sul reddito delle persone fisiche. L'imposta che colpisce i redditi delle persone. Deve essere pagata ogni anno ed è calcolata in proporzione al reddito.

istanza
Domanda diretta a un'autorità per ottenere qualcosa.

ISTAT
Istituto nazionale di statistica. L'ente che si occupa di contare e classificare tutti i dati relativi alle persone, alle cose e alle situazioni che ci sono in Italia. Periodicamente redige un indice dei prezzi al consumo che serve per calcolare il tasso di inflazione.

istituzione
Tipo di organizzazione usata dai comuni o dalle province per fornire ai cittadini alcuni servizi ricreativi o culturali (per esempio, musei e biblioteche).

istruttoria
Attività svolta da un ufficio della pubblica amministrazione o da un giudice per raccogliere tutte le informazioni necessarie a decidere una determinata questione.

iter legislativo
Insieme delle fasi necessarie per arrivare alla emanazione di una legge (per esempio: la proposta, la discussione, la votazione).

ius aedificandi
Espressione latina che significa "diritto di costruire".

IVA
Imposta sul valore aggiunto. L'imposta stabilita dalla legge in percentuale sul prezzo di alcuni beni e di alcuni servizi.




L

lavori pubblici
Attività di costruzione, manutenzione, restauro e demolizione di opere destinate a un uso pubblico (per esempio: ospedali, scuole, strade).

lavoro festivo
Lavoro svolto durante i giorni di festa (per esempio, la domenica).

lavoro straordinario
Lavoro svolto oltre l'orario normale di lavoro.

legge delega
Legge che contiene i principi in base ai quali il governo deve emanare un decreto legislativo su una determinata materia.

legge quadro
Legge che contiene i principi generali che regolano una determinata materia.

legge regionale
Legge emanata dalla regione.

legislatore
Indica, in generale, l'ente che emana una legge (per esempio: lo Stato o una regione).

legislatura
Periodo di durata in carica del Parlamento e del consiglio regionale, che va da un'elezione all'altra.

legittimazione
Situazione in cui si trova una persona che ha il potere di compiere certi atti.

legittimità
Corrispondenza di un atto o di un comportamento alle regole del diritto.

licenza
Atto amministrativo che dà la possibilità a un privato di svolgere un'attività (per esempio, la licenza per aprire un negozio).

licitazione privata
Mezzo che la pubblica amministrazione può usare per scegliere l'impresa più adatta quando deve fare un appalto.

liquidazione
1. Pagamento (per esempio, liquidazione della pensione).
2. Soppressione degli enti pubblici che lo Stato considera inutili o che sono in una grave situazione finanziaria.

lista di collocamento
Elenco dove chiedono di essere iscritte tutte le persone che cercano un lavoro.

locazione
Contratto con cui una persona dà temporaneamente in uso un bene (per esempio, una casa) ad un'altra in cambio di denaro.

lottizzazione
Accordo tra i proprietari di alcuni terreni e il comune, con cui i proprietari ottengono l'autorizzazione a costruire impegnandosi in cambio a costruire tutte le opere di urbanizzazione primaria (per esempio: strade, fogne, illuminazione pubblica).




M

maggiore età
Età a partire dalla quale una persona acquista alcuni diritti (per esempio: votare, prendere la patente). Dal 1975 in Italia una persona raggiunge la maggiore età a diciotto anni.

malattia professionale
Malattia provocata dal tipo di lavoro svolto.

mandato di pagamento
Ordine con cui la pubblica amministrazione affida a una banca o alla tesoreria il compito di pagare qualcuno per suo conto.

mansioni
I compiti svolti dal lavoratore (per esempio, chi ha mansioni da autista guida la macchina di servizio).

manutenzione
Attività che serve a mantenere in buono stato o a riparare una cosa o un edificio (per esempio: un computer, un ospedale, una casa).

marca da bollo
Rettangolo di carta simile a un francobollo, emesso dallo Stato, che si incolla su atti, documenti o ricevute per pagare l'imposta di bollo.

messo
(comunale, provinciale): impiegato (del comune o della provincia) che ha il compito di consegnare alcuni atti amministrativi direttamente alle persone interessate.

misura di salvaguardia
Atto con il quale il sindaco sospende il rilascio della concessione edilizia in attesa dell'approvazione del piano regolatore generale e di altri piani urbanistici.

mobile
(o bene mobile): cosa che si può trasportare come denaro, oro o altri valori.

mobilità
Sistema utilizzato dal datore di lavoro (la pubblica amministrazione o un imprenditore privato) per spostare i propri dipendenti da un ufficio a un altro.

mora
Ritardo nel compimento di un obbligo.

more uxorio
Espressione latina che significa "come sposati". Indica le coppie che vivono insieme senza essere sposate.

multa
Somma di denaro che bisogna pagare allo Stato come pena per aver commesso un delitto.

municipale
Comunale.




N

NCEU
Nuovo catasto edilizio urbano. L'ufficio che tiene il registro del catasto, lo conserva, lo aggiorna e dà informazioni ai cittadini.

NCT
Nuovo catasto terreni. L'ufficio che tiene il registro del catasto, lo conserva, lo aggiorna e dà informazioni ai cittadini.

non conformità
Mancanza di uno o più requisiti, rispetto a quelli richiesti da una legge o da un atto amministrativo.

notificare
Consegnare ufficialmente a qualcuno un atto amministrativo o giudiziario.

nuda proprietà
Proprietà di un bene di cui non si ha la disponibilità, perché il diritto di usare il bene (diritto di usufrutto) appartiene a un altro soggetto.

nulla osta
Dichiarazione scritta con cui un'amministrazione afferma che non esistono ostacoli a compiere una determinata attività.

nullità
il difetto più grave di un atto amministrativo. L'atto nullo è, in pratica, inesistente e non produce effetti.




O

obbligazione
Situazione in cui due o più persone si impegnano a dare o a fare qualcosa.

oblazione
Pagamento di una somma di denaro che estingue una contravvenzione.

obliterare
Timbrare qualcosa (per esempio, il biglietto del treno) perché non venga utilizzato due volte.

obsolescenza
Invecchiamento, perdita di valore.

occupazione d'urgenza
Atto con cui una pubblica amministrazione si impossessa di un terreno o di un altro bene privato per realizzare un'opera pubblica. Precede l'espropriazione.

offerta
Busta che le imprese che partecipano a una gara di appalto devono mandare all'amministrazione. La busta contiene le condizioni alle quali l'impresa è disposta a lavorare (progetto, tempi e costi dell'opera).

omissione
Non fare qualcosa che si ha il dovere di fare.

onere
Qualcosa che bisogna fare per ottenere un vantaggio o per esercitare un diritto (per esempio, chi vuole costruire una casa ha l'onere di chiedere la concessione edilizia).

oneri deducibili
Spese, indicate dalla legge, che si possono sottrarre al reddito per calcolare le imposte da pagare (per esempio, le spese mediche).

onorario
Somma di denaro che si paga a un libero professionista in cambio del suo lavoro.

ope legis
Espressione latina che significa "secondo quello che dispone la legge".

opere di urbanizzazione primaria
Lavori che devono essere fatti necessariamente prima della costruzione di nuove abitazioni (per esempio, strade, illuminazione pubblica).

opere di urbanizzazione secondaria
Lavori che servono a rendere una zona adatta alle esigenze degli abitanti (per esempio, la costruzione di scuole, ospedali e giardini).

opere pubbliche
Costruzioni, promosse e realizzate da enti pubblici, utili a tutti i cittadini (per esempio, università, autostrade, ospedali).

opposizione
Atto con cui un cittadino contesta la validità di un atto amministrativo davanti alla pubblica amministrazione che lo ha emesso.

opzione
Scelta.

orario di lavoro
Ore della giornata in cui il dipendente lavora.

ordinanza
Atto della pubblica amministrazione emesso per risolvere situazioni di necessità e urgenza (per esempio, il sindaco può emettere un'ordinanza di blocco del traffico quando l'aria della città è tanto inquinata da essere dannosa per i cittadini).

ordine del giorno
Elenco degli argomenti che si discuteranno durante una riunione (per esempio, l'ordine del giorno dell'assemblea del condominio, del collegio dei docenti, del consiglio comunale).

ordine pubblico
Insieme delle condizioni che devono essere rispettate da tutti per garantire la normale, tranquilla convivenza (per esempio, il sindaco può vietare le manifestazioni di piazza che teme possano causare disordini).

organico
Numero dei posti di lavoro che la pubblica amministrazione ritiene necessari per far funzionare un ufficio.

ostativo
Ciò che è d'ostacolo, d'impedimento (per esempio, la mancanza di una autorizzazione è ostativa e rende impossibile l'apertura di un negozio).

ottemperanza
Esecuzione di un obbligo.




P

par condicio
Espressione latina che significa "la stessa condizione" o "le stesse condizioni".

parentela
Legame che c'è tra genitori e figli (che si chiama linea diretta) o tra fratelli, zio e nipote (che si chiama linea collaterale). La legge distingue questo legame a seconda del grado di parentela: così, padre e figlio sono parenti di primo grado; due fratelli, o il nonno e il nipote sono parenti di secondo grado; bisnonno e nipote, o zia e nipote sono parenti di terzo grado; due cugini sono parenti di quarto grado.

parere
Opinione, consiglio che un'amministrazione chiede a un'altra prima di emettere un atto.

part time
Espressione inglese che significa "a tempo parziale". Indica un rapporto di lavoro con orario ridotto rispetto a quello normale (che viene definito "a tempo pieno").

patrocinio gratuito
Servizio che la pubblica amministrazione offre ai cittadini più poveri. Garantisce la possibilità di essere difesi, nei processi, da un avvocato pagato dallo Stato.

patrocinio legale
Attività svolta dagli avvocati.

patto di riscatto
Accordo con cui si stabilisce che chi vende una cosa ha successivamente la possibilità di riprendersela restituendo il denaro che ha ricevuto.

pena detentiva
Periodo di tempo che una persona deve trascorrere in carcere perché ha commesso un reato.

pena pecuniaria
Somma di denaro che una persona deve pagare perché ha commesso un reato.

pendenza
Situazione in cui un diritto non produce i suoi effetti perché non si sono ancora realizzate tutte le condizioni richieste.

pensione
Somma di denaro che lo Stato o un altro ente pubblico o privato dà a una persona quando questa non lavora più.

pensione di vecchiaia
Somma di denaro data a chi ha smesso di lavorare perché ha raggiunto l'età massima che la legge prevede per lavorare (età pensionabile).

pensione di anzianità
Somma di denaro data a chi smette di lavorare dopo un determinato numero di anni, previsto dalla legge.

pensione di guerra
Somma di denaro data ai militari che sono diventati invalidi a causa di ferite o a malattie avute in guerra.

pensione di reversibilità
Somma di denaro data agli eredi (moglie o marito, o figli) di una persona che doveva ricevere la pensione.

pensione sociale
Somma di denaro data a tutte le persone che hanno raggiunto l'età massima che la legge prevede per lavorare e che non hanno un reddito sufficiente per vivere. La pensione sociale prescinde dal lavoro effettivamente svolto.

perenzione
Estinzione di un processo amministrativo. Si verifica quando nel processo nessuno compie un atto per due anni consecutivi.

periculum in mora
Espressione latina che significa "pericolo che deriva da un ritardo". Indica il pericolo che i tempi lunghi di un processo producano un danno.

periodo di prova
Periodo di tempo in cui una persona lavora alle dipendenze di un datore di lavoro, senza essere ancora stato assunto definitivamente.

perito
Persona esperta di una materia che il giudice o la pubblica amministrazione chiamano per avere il suo parere.

perizia
Relazione presentata da un perito al termine del suo incarico.

permesso di soggiorno
Autorizzazione a vivere per un periodo di tempo in un altro Stato per studiare o lavorare.

persona giuridica
Espressione che indica in genere una società , un'associazione, una cooperativa e tutte quelle organizzazioni composte da più persone.

per tabulas
Espressione latina che significa "come risulta dagli atti".

pertinenza
Cosa che è al servizio di un edificio o di un terreno (per esempio, un parcheggio è la pertinenza di una casa).

piano regolatore generale
(o semplicemente piano regolatore): atto con cui il comune decide come usare il suo territorio (per esempio, indica dove costruire le case, le scuole, gli ospedali, le industrie e dove ci saranno i giardini o i parcheggi).

piano urbanistico
Atto con cui gli enti pubblici (regioni, province, comuni, comunità montane) decidono come usare il loro territorio.

pianta organica
Tabella in cui ogni amministrazione pubblica indica il numero totale dei posti di lavoro di cui ciascun ufficio ha bisogno.

plico
Lettera, busta o pacco che deve essere consegnato o spedito.

polizza
Documento.

potestà dei genitori
Insieme dei doveri e dei poteri che i genitori hanno sui figli minorenni.

pqm
Per questi motivi.

PRA
Pubblico registro automobilistico. L'ufficio dove sono registrati tutti i dati degli autoveicoli (per esempio: automobili, moto, rimorchi) autorizzati a circolare.

prassi
Usanza seguita da un ufficio (per esempio: può essere prassi di un ufficio quella di accettare richieste da parte dei cittadini anche per telefono).

pratica
Insieme dei documenti relativi a uno stesso caso.

precedente
Decisione presa in passato da un giudice o da una pubblica amministrazione per risolvere un caso simile a quello che si sta discutendo.

prefetto
Rappresentante del governo in ogni provincia. Ha il compito di coordinare gli uffici statali e gli enti locali nella provincia. E' anche responsabile della sicurezza pubblica e, per questo, coordina le forze di polizia.

prelazione
Diritto che una persona ha di essere preferita a un'altra per fare o acquistare qualcosa.

prescrizione
Perdita di un diritto. Si ha quando una persona non usa il suo diritto per un periodo di tempo determinato dalla legge (per esempio, se chi ha diritto al risarcimento di un danno non lo chiede per dieci anni, non può più farlo perché il diritto si è prescritto).

presunzione
Fatto che si ritiene vero senza che sia necessario provarlo.

pretore
Giudice.

previdenza sociale
Insieme delle attività che la pubblica amministrazione usa per dare ai cittadini l'assistenza necessaria, in caso di bisogno (per esempio, in caso di malattia, povertà).

privatizzazione
Vendita ai privati dei beni (per esempio: edifici, industrie).

privatizzazione del pubblico impiego
Espressione usata per indicare che il rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione (pubblico impiego) è diventato simile al rapporto di lavoro con i privati.

procedimento amministrativo
Insieme degli atti e delle attività compiuti dalla pubblica amministrazione allo scopo di adottare un atto finale (per esempio: un'autorizzazione, un contratto, una convenzione).

procedimento disciplinare
Insieme degli atti e delle attività che la pubblica amministrazione deve usare quando deve decidere se un suo dipendente deve essere punito perché ha violato le norme che doveva rispettare.

procedura
Insieme delle leggi che regolano una determinata attività (per esempio, la procedura civile è l'insieme delle norme che regolano i processi civili). A volte questa parola viene usata al posto di procedimento .

processo verbale
(o semplicemente verbale): documento che contiene la descrizione di un fatto che è avvenuto nel corso di una riunione (per esempio, il verbale della riunione di un consiglio comunale descrive o riassume tutte le cose che vengono dette o fatte durante la riunione).

procura
Atto con cui una persona dà ad un'altra il potere di rappresentarla e di compiere atti giuridici al suo posto (per esempio, firmare un contratto).

progetto di legge
(o disegno di legge o proposta di legge): proposta di una nuova legge.

progressione giuridica
Passaggio da una qualifica di livello più basso ad una qualifica di livello più alto, che l'impiegato pubblico ottiene dopo avere superato un apposito concorso.

promulgazione
Atto con cui il presidente della repubblica emana la legge, dopo che questa è stata approvata dal parlamento.

proroga
Atto che serve ad allungare un termine (per esempio, se una domanda deve essere presentata entro il 1 marzo e l'amministrazione dà una proroga di un mese, significa che la domanda potrà essere presentata fino al 1 aprile).

protezione civile
Insieme delle attività che lo Stato svolge per proteggere i cittadini in caso di eventi particolari come terremoti o epidemie.

protocollo
1. Numero che la pubblica amministrazione assegna a tutti i documenti amministrativi per identificarli.
2. Ufficio che assegna il numero di protocollo.

provvedimento
Atto con cui la pubblica amministrazione decide.

pseudonimo
Nome inventato.

pubblicazioni di matrimonio
Atto in cui sono scritti i nomi di due persone che stanno per sposarsi. La legge prevede che, prima del matrimonio, le pubblicazioni siano esposte nell'albo pretorio del comune per almeno quindici giorni.

pubblico ufficiale
Persona alla quale la legge affida determinati poteri (per esempio, sono pubblici ufficiali i vigili urbani, i sindaci, i notai).




Q

qualifica
Posizione di lavoro che l'impiegato pubblico occupa all'interno dell'amministrazione da cui dipende. In pratica, tutti i dipendenti di una pubblica amministrazione sono classificati in base al lavoro che fanno, in base al loro titolo di studio, alla loro esperienza e alle responsabilità che hanno per il loro lavoro (per questo motivo si chiama anche qualifica funzionale, relativa cioè, alla funzione che ogni dipendente ha all'interno del suo ufficio).

querela di falso
Domanda rivolta al giudice perché dichiari che un atto pubblico è falso.

questore
Capo della polizia nella provincia.

quiescenza
(o trattamento di quiescenza): pensione. Somma di denaro che i dipendenti pubblici ricevono dallo Stato quando smettono di lavorare.

quietanza
Ricevuta.

quorum
Numero minimo (di voti o di persone che devono votare) previsto dalla legge perché una votazione sia valida.




R

raccomandata
(o anche lettera raccomandata): lettera spedita da un ufficio postale che rilascia una ricevuta da cui risulta la data di spedizione.

ragione sociale
Nome di una società.

ragioneria generale dello Stato
Ufficio della pubblica amministrazione che controlla le spese dello Stato.

rapporto di pubblico impiego
Lavoro alle dipendenze di una amministrazione pubblica.

rapporto giuridico
Relazione tra due o più persone da cui derivano diritti e obblighi reciproci.

ratifica
Approvazione, conferma.

ratificare
Approvare, confermare.

ratio legis
Espressione latina che significa "lo spirito della legge".

reato
Comportamento vietato dalla legge penale. Chi compie un reato viene punito con la reclusione o con la multa , con l'arresto o con l'ammenda.

recedere
Rinunciare, tirarsi indietro (per esempio, una persona recede da un contratto quando dichiara che non vuole più essere parte del contratto stesso).

recesso
Atto con cui una persona che ha stipulato un contratto dichiara che non vuole più essere parte del contratto stesso.

recidiva
Ripetizione di un reato da parte di una persona che è già stata condannata per un altro reato.

reclusione
Pena che consiste nell'essere rinchiusi in carcere.

referendum
Strumento previsto dalla Costituzione per permettere ai cittadini di esprimere la loro opinione su una legge.

referto
Relazione scritta da un esperto al termine della sua attività.

registrazione
Annotazione di un atto o di una dichiarazione su un registro pubblico.

regolamento
Atto amministrativo che le pubbliche amministrazioni usano per disciplinare la loro organizzazione (per esempio, regolamento del personale) o alcuni aspetti della loro attività (per esempio, regolamento edilizio).

regolamento comunitario
Norma emanata dall'Unione europea che deve essere osservata da tutti i cittadini europei.

relata di notifica
Documento dal quale risulta il giorno, l'ora e la persona a cui è stato consegnato ufficialmente (notificato) un atto amministrativo o giudiziario.

relatore
Persona che ha l'incarico di riferire su un determinato argomento.

relazione tecnica
Rapporto che spiega il contenuto o i motivi delle scelte di una decisione (per esempio, la relazione tecnica relativa a un progetto urbanistico).

rendita catastale
Valore che il comune assegna a ogni bene immobile a seconda delle sue caratteristiche e che serve per calcolare le tasse da pagare su questi beni.

requisiti
Insieme delle condizioni richieste (per esempio, per partecipare a un concorso pubblico sono richiesti determinati requisiti, come l'età, o un diploma).

requisizione
Atto con cui la pubblica amministrazione toglie a una persona un suo bene per usarlo in una situazione di emergenza (per esempio, la requisizione degli alberghi e delle case quando succede un terremoto).

residenza
Luogo dove una persona vive.

responsabile del procedimento
Impiegato che ha il compito di curare un procedimento amministrativo, e al quale si possono rivolgere le persone che vogliono avere informazioni su di esso.

rettifica
(o rettificazione): atto che corregge un atto precedente.

rettificare
Correggere.

retribuzione
Stipendio. Somma di denaro che il lavoratore riceve per il lavoro svolto.

retroattivo
Che vale anche per il passato.

revoca
Atto amministrativo con il quale la pubblica amministrazione elimina un suo atto precedente.

revocare
Eliminare una decisione o un atto amministrativo con un atto successivo.

ricorso
Atto con cui un cittadino chiede all'amministrazione o al giudice di annullare o modificare un atto amministrativo che danneggia i suoi interessi.

ripetizione dell'indebito
Diritto che una persona ha di farsi restituire i soldi se ha pagato qualcosa che non doveva.

riposo settimanale
Giorno della settimana (normalmente la domenica) in cui il lavoratore ha il diritto di non lavorare.

risarcimento
Somma di denaro che la persona che ha causato un danno deve dare a chi lo ha subito.

riscatto dei contributi
Possibilità che la legge dà al lavoratore di pagare i contributi per alcuni periodi di tempo durante i quali non ha lavorato. I periodi riscattati si sommano agli anni di lavoro effettivamente svolto per la pensione (per esempio si possono riscattare i contributi relativi al periodo in cui il dipendente ha fatto il servizio militare o ha studiato all'università).

riserva di posti
Posti di lavoro che la legge riserva a determinate categorie di persone (per esempio invalidi, orfani, vedove).

riserva naturale
Luogo di particolare bellezza che lo Stato protegge mettendo dei vincoli per evitare che sia danneggiato.

risoluzione del rapporto di lavoro
Fine del rapporto di lavoro.

risoluzione del contratto
Scioglimento del contratto.

ristrutturazione
Modifica di una situazione esistente per renderla più adatta a nuove esigenze.

ritenuta
(o trattenuta): parte dello stipendio del dipendente che il datore di lavoro trattiene dallo stipendio e versa direttamente allo Stato per pagare le tasse al suo posto.

ritenuta d'acconto
Parte del compenso che l'impresa o la pubblica amministrazione non paga a chi ha svolto il lavoro, ma dà direttamente allo Stato come acconto delle imposte dovute dalla persona che ha lavorato.

rogito
Atto scritto da un notaio.

ruolo esattoriale
Elenco che contiene i nomi delle persone che devono pagare i tributi.




S

saldo
Ultima rata di un pagamento.

sanatoria
Atto con cui la pubblica amministrazione rende regolari (sana) delle situazioni contrarie alla legge (per esempio, una sanatoria edilizia serve a regolarizzare gli abusi edilizi).

sanzione
Pena.

sanzione amministrativa
Pena che in alcuni casi stabiliti dalla legge può essere applicata direttamente dalla pubblica amministrazione quando un cittadino viola una norma (per esempio il sindaco può far demolire una casa costruita senza i necessari permessi).

sanzione disciplinare
Atto che conclude il procedimento disciplinare. Con tale atto il datore di lavoro punisce il dipendente che ha avuto un comportamento scorretto sul luogo di lavoro.

scatti di stipendio
Aumenti di stipendio.

scrittura privata
Contratto con cui i privati regolano un rapporto tra loro (per esempio, il contratto di affitto di una casa).

segretario comunale
Dipendente dello Stato che ricopre il ruolo di dirigente degli uffici comunali. Tra le altre cose, ha il compito di dare pareri, di scrivere i verbali delle sedute delle assemblee e di stipulare i contratti del comune.

segreto d'ufficio
Obbligo dei dipendenti pubblici e dei lavoratori autonomi di non diffondere notizie di cui sono venuti a conoscenza a causa del loro lavoro.

selezione
Scelta fatta attraverso un esame o un concorso.

sentenza
Atto con cui il giudice decide una causa.

sequestro
Atto con cui il giudice o la pubblica amministrazione toglie a una persona la disponibilità di un bene (per esempio il sindaco può ordinare il sequestro di un edificio che sembra costruito senza alcun permesso).

servitù
Limite imposto su un bene a vantaggio di un bene diverso.

silenzio
Comportamento di una amministrazione pubblica che non risponde a una domanda presentata da un privato entro un certo termine stabilito dalla legge. La legge in alcuni casi considera il silenzio come una risposta positiva (silenzio assenso), in altri casi come una risposta negativa (silenzio rifiuto).

sindacato
Associazione che cura gli interessi dei lavoratori.

società
Organizzazione di più persone che svolgono insieme un'attività.

soprattassa
Somma di denaro che deve pagare in più chi non ha pagato o ha pagato in ritardo una tassa.

sospensione
Interruzione temporanea.

sostituto d'imposta
Datore di lavoro, che versa direttamente allo Stato le imposte dovute dal lavoratore, trattenendole dal suo stipendio.

sovrimposta
Somma di denaro che deve pagare in più chi non ha pagato o ha pagato in ritardo una imposta.

standard
Livello, misura, qualità media (per esempio, elevato standard di vita).

stato civile
Ufficio che registra e certifica i principali passaggi nella vita di una persona (per esempio la nascita, la cittadinanza, la morte). Quando nei documenti amministrativi è richiesto lo "stato civile" bisogna scrivere se si è o meno sposati.

status
Insieme di diritti e di doveri che derivano a una persona per il fatto di appartenere a un gruppo (per esempio, status di cittadino).

statuto
Atto che contiene le norme fondamentali che riguardano l'organizzazione e il funzionamento di un ente pubblico o privato.

Statuto dei lavoratori
Legge che stabilisce i diritti e i doveri dei lavoratori e dei datori di lavoro.

stipulare
Firmare un contratto.

subappalto
Contratto con cui la persona a cui la pubblica amministrazione ha dato in appalto un lavoro lo dà a sua volta in appalto a un'altra persona.

successione
Passaggio di un patrimonio, o soltanto di alcuni beni, da una persona a un'altra.

supplenza
Periodo di tempo in cui una persona sostituisce un'altra nel lavoro.




T

TAR
(Tribunale amministrativo regionale): tribunale che giudica le cause contro la pubblica amministrazione.

tariffa
Prezzo di alcuni beni o servizi.

tassa
Somma di denaro che si deve dare allo Stato o ad altro ente pubblico per pagare un servizio (per esempio, la tassa sulla nettezza urbana, o le tasse universitarie).

termine
Scadenza entro la quale si può o si deve fare qualcosa (per esempio il termine per la presentazione di una domanda).

tesoreria unica
Ufficio dove le pubbliche amministrazioni depositano i loro soldi. La tesoreria ha anche il compito di fare i pagamenti per conto delle stesse amministrazioni.

testo unico
(o TU): raccolta di norme relative a uno stesso argomento.

tirocinio
Periodo di tempo in cui una persona lavora e allo stesso tempo impara un mestiere.

titolo di credito
Documento che rappresenta una somma di denaro (per esempio un assegno o una cambiale).

titolo di Stato
Documento che prova che lo Stato ha ricevuto in prestito una somma di denaro dal proprietario del titolo. Lo Stato paga, a scadenze periodiche, gli interessi sulla somma ricevuta e dopo un certo periodo di tempo restituisce al proprietario l'intera somma.

titolo di studio
Documento che indica il livello di istruzione di una persona (per esempio il diploma di scuola media, il diploma di maturità, il diploma di laurea).

trascrizione
Annotazione di un atto o di un contratto nei registri pubblici.

trasferimento
Spostamento di un impiegato pubblico da un ufficio a un altro o da una sede a un'altra.

trasparenza amministrativa
Principio in base al quale i cittadini hanno il diritto di conoscere quello che fa la pubblica amministrazione.

trattamento economico
Stipendio. Somma di denaro che il lavoratore riceve per il lavoro svolto.

trattamento di quiescenza
Pensione. Somma di denaro che i dipendenti pubblici ricevono dallo Stato quando smettono di lavorare.

trattamento di fine rapporto
(TFR o liquidazione): somma di denaro che il datore di lavoro deve dare al lavoratore dipendente alla fine del rapporto di lavoro. Per i dipendenti dello Stato questa somma si chiama indennità di buonuscita.

trattativa privata
Mezzo che la pubblica amministrazione usa per scegliere l'impresa a cui affidare un appalto.

trattenimento in servizio
Domanda che il dipendente pubblico che ha raggiunto l'età per andare in pensione può fare alla pubblica amministrazione per chiedere di continuare a lavorare.

trattato
Accordo tra due o più Stati su problemi di interesse comune.

tributo
Somma di denaro che deve essere pagata allo Stato o ad altri enti pubblici. Sono tributi le tasse e le imposte.

tutore
Persona nominata dal giudice per curare gli interessi di una persona incapace di farlo da sola.




U

ufficiale giudiziario
Dipendente pubblico che ha il compito di consegnare (notificare) alcuni atti giudiziari o amministrativi alle persone interessate.

ufficio del catasto
Ufficio che tiene il registro del catasto, lo conserva, lo aggiorna e dà informazioni ai cittadini.

una tantum
Espressione latina che significa "per una volta", "una volta soltanto".

Unione europea
Unione politica ed economica degli Stati europei (prima si chiamava Comunità economica europea).

usi civici
Beni che appartengono ai cittadini di un determinato comune e che sono gestiti dal comune stesso.

USL
Unità sanitaria locale. Dal 1995 è stata trasformata in azienda sanitaria locale (ASL).

usucapione
Uno dei modi che la legge prevede per diventare proprietari di un bene. Si verifica quando qualcuno possiede un bene per un periodo di tempo continuato, stabilito dalla legge (per esempio, la proprietà di un terreno si acquista per usucapione dopo venti anni).

usufrutto
Diritto di usare un bene di cui non si ha la proprietà, perché questa appartiene a un'altra persona.




V

vacatio legis
Espressione latina che viene usata per indicare il periodo di tempo (normalmente di 15 giorni) durante il quale una legge che è stata approvata e pubblicata sulla Gazzetta ufficiale non produce ancora i suoi effetti.

VIA
Valutazione di impatto ambientale. Il procedimento con cui l'amministrazione verifica che la costruzione di determinate opere non danneggi l'ambiente.

variante
Modifica di un piano urbanistico.

verbale
Documento che contiene la descrizione di un fatto (per esempio, il verbale della riunione di un consiglio comunale descrive o riassume tutte le cose che vengono dette o fatte durante la riunione).

vidimare
Mettere un timbro o una firma su un documento per dargli validità.

vincolo
Limite alla proprietà o all'attività privata, contenuto in una legge o in un atto amministrativo (per esempio, il vincolo ambientale imposto su un terreno non consente di costruire su di esso).

visto
Firma o timbro su un documento che prova che è stato letto e approvato.

voltura
Trasferimento di un contratto o di un atto da una persona ad un'altra. Quando si vendono o acquistano case o terreni bisogna registrare il passaggio della proprietà (voltura catastale).


Validatori